L'Avulss di Osimo ha festeggiato 30 anni della sua storia: trent'anni di impegno accanto a chi vive situazioni di bisogno, fragilità, solitudine. Il lodevole traguardo è stato festeggiato Domenica 15 settembre 2013 con un'intensa giornata vissuta insieme da tutti: volontari, soci e simpatizzanti, all'insegna dello spirito solidale che da sempre caratterizza la onlus.

 

Il ritrovo è stato alle 9, presso la Basilica di S. Giuseppe da Copertino, dove Mons. Decio Cipolloni, vicario della Diocesi di Loreto, ha celebrerato la santa messa. Al termine ci si è spostati presso il teatrino del Collegio Campana per l'accoglienza dei partecipanti - circa 150 - alla conferenza del trentennale, che è stata moderata dal Dott. Franco Belluigi, vice presidente nazionale della Federazione Avulss. All'incontro hanno portato i loro saluti le Autorità locali civili e religiose, mentre l'intervento introduttivo è stato affidato al Presidente dell'Avulss di Osimo Dott. Domenico De Giorgio. Particolarmente interessante è stata la relazione centrale della mattinata, intitolata "Il senso e il significato del volontariato in una società in crisi" a cura del Dott. Giuseppe Anzani, giurista, una vita da magistrato, che da anni approfondisce i temi legati all'etica della vita. Anche grazie al contributo del relatore, che è già stato ospite e formatore per l'Avulss, l'incontro non è stato soltanto celebrativo, ma ha offerto anche l'occasione a tutti i volontari di trovare nuovo slancio verso i bisogni del territorio - persone sole, malate, anziani fragili, disabili – che la crisi ha acuito ulteriormente.

A conclusione dei lavori, il tradizionale pranzo sociale e a seguire nel pomeriggio un momento culturale dedicato ai tesori storico-artistici della città.